Assistenza Tecnica

1.ASSISTENZA TECNICA e SERVIZIO POSTVENDITA

Il servizio di Innowater non si limita solo alla vendita del prodotto. Offriamo un servizio di consulenza preliminare per la scelta del dispositivo di clorazione e ci occupiamo degli eventuali problemi attraverso il nostro servizio di assistenza post-vendita. L'obiettivo del nostro S.A.T. è offrire un'assistenza tecnica personalizzata, più completa e vicina. Risolveremo qualsiasi problema entro il periodo di garanzia o anche al di fuori dello stesso.
Il Servizio di Assistenza Tecnica e il Servizio post-vendita di Innowater si basano su questi tre principi:

Consulenza preliminare:
Per offrire una buona manutenzione delle piscine con la clorazione salina, il cliente dovrà prima indicarci le caratteristiche principali della sua piscina: posizione, m3, media di bagnanti, se è climatizzata, coperta, ecc. In tal modo, il nostro team di professionisti offrirà dei consigli in merito al tipo di elettrolisi più adeguata. Va ricordato che tutti i tipi di piscine sono adeguati per la clorazione salina.
Riparazioni e manutenzione:
Una volta acquistato il prodotto di elettrolisi dell'acqua, la nostra unità professionale di manutenzione garantirà tutta una serie di riparazioni rapide ed efficienti presso le nostre strutture. Il vostro dispositivo in garanzia verrà sottoposto a revisione entro 24-48 ore e, fuori dalla garanzia, entro 72 ore, dal suo arrivo. Inoltre, offriremo dei Programmi di Manutenzione per garantire l'efficienza e durevolezza del prodotto di clorazione.
Assistenza telefonica e chat:
La nostra assistenza telefonica si basa sulla personalizzazione. Ci potrete far pervenire qualsiasi consultazione attraverso il telefono o la chat diretta con i nostri tecnici.

2- DOMANDE FREQUENTI

Quando avvierete il dispositivo di colorazione salina, vi potranno tornare particolarmente utili questo tipo di domande frequenti:

In che parte della piscina si mette il sale e con che frequenza?
Il sale si aggiunge direttamente nel bacino della piscina. Con il dispositivo spento, si attiverà la depuratrice fino a quando si scioglie completamente il sale. Bisognerà aggiungere del sale solo nel caso in cui si riempia la piscina, o si effettuino dei lavaggi frequenti del filtro. Per garantire una manutenzione ottimale delle piscine, il dispositivo di elettrolisi salina indicherà quando è necessario aggiungere del sale. Va ricordato che in caso di aggiunta, bisognerà misurare il livello del sale nel bacino e aggiungere la differenza.
Che tipo di sale si deve usare? E che quantità?
Qualsiasi tipo di sale è valido per il cloratore salino della vostra piscina. Tuttavia, il sale che possiede una maggiore percentuale di cloruro di sodio sarà più efficiente. La quantità di sale oscilla tra 5-6 kg per m3, in caso di piscine scoperte. E nel caso di una piscina coperta, (climatizzata a circa 28-30 gradi) il livello sarà di 3-4 kg per m3.
Una piscina disinfettata, può perdere il cloro dopo il filtraggio dell’acqua?
Il livello di cloro nell'acqua dovrà essere entro 1 p.p.m. in una piscina privata. Nel caso di clorazione salina in piscine pubbliche dipenderà dalla normativa applicabile. Tuttavia, il livello ottimale è 1,5 p.p.m. Controllando sempre il pH tra 7,2 e 7,6.
È compatibile la clorazione salina con altri prodotti chimici come flocculanti o alghicidi?
Non si perde il cloro. Se il filtro è sporco, vale a dire se ha un contenuto elevato di materia organica, diminuirà la quantità di cloro quando passa attraverso il filtro. Ciò è dovuto al fatto che il cloro reagisce con la materia organica presente nel filtraggio.
È compatibile la clorazione salina con altri prodotti chimici come flocculanti o alghicidi?
Qualsiasi prodotto chimico è compatibile con la clorazione salina. Tuttavia, va tenuto conto del fatto che, mantenendo una clorazione salina corretta nella piscina non sarà necessario alcun prodotto aggiuntivo. Inoltre, i nostri dispositivi di elettrolisi sono pronti per trattamenti d'urto.
Perché non aumenta il livello del cloro nella piscina se il livello di sale è corretto e il pH è bene regolato?
Generalmente, ciò succede in piscine nuove o in piscine in cui è stata cambiata l'acqua di recente. Se il dispositivo non da nessun errore, affinché il cloro rimanga nell'acqua, bisogna aggiungere stabilizzatore di cloro (acido isocianurico). La proporzione sarà di 1 Kg per ogni 23 m3 d'acqua.

3- PROBLEMI e SOLUZIONI

In Innowater desideriamo fornirvi tutti i processi di manutenzione nell'elettrolisi dell'acqua. Per questo, vi offriamo soluzioni dirette ai problemi che possono sorgere.

Il dispositivo indica: “Basso livello dell’acqua nella cellula”
Verificare che l’acqua riesca a toccare il sensore (un piccolo pezzo di titanio nella parte superiore della cassetta). Se ciò non avviene, bisognerà riempire la piscina fino a metà dello skimmer e spurgare il depuratore. Se il problema persiste, mandare il dispositivo a revisione.
Il dispositivo indica “Livello sale basso”, “Sale Insufficiente” o “Cellula non rilevata”
In primo luogo, verificare il livello di sale nell'acqua e pulire la cellula. È anche importante verificare il cavo di connessione della cellula. Se l'errore persiste, bisognerà guardare i valori TVI sul display nel punto 3 del menù e contattare l'Assistenza Tecnica.
L’acqua ha acquisito un aspetto verdastro
Ciò è dovuto all'eccessiva presenza di ioni metallici che si colorano aggiungendo il disinfettante. Bisognerà controllare il pH, regolandolo tra 7,2 e 7,6. Se persiste, bisognerà effettuare una super-clorazione e spazzolare le pareti e il fondo della piscina.
È apparso del calcare nella mia piscina
La comparsa di calcare nella piscina è dovuta alla durezza elevata dell'acqua e al pH alto, per cui il calcare diventa visibile e precipita. Per risolvere la situazione si dovrà realizzare una flocculazione: spegnere il filtro e lasciare che sedimentino i solidi della piscina. Dopo 24 ore, passare il pulitore per fondo. Infine, regolare il pH tra 7,2 e 7,6 e proseguire con il trattamento abituale.
Il livello di alcalinità può influenzare la piscina
Un'alcalinità superiore a 225 mg/l renderà difficile mantenere la stabilità del pH e produrrà corrosione negli impianti. L’acqua assumerà un tono verdastro che può causare irritazione agli occhi. Per risolvere questa situazione bisognerà aggiungere acido cloridrico o bisolfito sodico. D'altra parte, un'alcalinità inferiore a 75 mg/l renderà difficile la stabilità del pH. Si verifica per le caratteristiche dell'acqua di apporto o riempimento e per le aggiunte di prodotto chimico. Per risolvere tale situazione, aggiungere all'acqua della piscina bicarbonato di sodio o carbonato sodico.

4- RETE DI S.A.T. AUTORIZZATI

La nostra rete di Assistenza Tecnica e Servizio Post-vendita in Spagna si trova nei seguenti centri:

S.A.T. Ufficiale

Italiano

Este sitio web utiliza cookies propias y de terceros para garantizar una mejor calidad de servicio. Si continuas navegando, entendemos que aceptas su uso. Leer más

Los ajustes de cookies de esta web están configurados para "permitir cookies" y así ofrecerte la mejor experiencia de navegación posible. Si sigues utilizando esta web sin cambiar tus ajustes de cookies o haces clic en "Aceptar" estarás dando tu consentimiento a esto.

Cerrar